Il tempo galantuomo

 di Principe Myskin

  

A volte il tempo rimette le cose a posto.

Vincenzo Torrente, nonostante i suoi trionfi da giocatore,  ha ancora un credito da riscuotere. In un anno di follie, di torbidi intrighi e di comode fughe, quello della retrocessione,  rimasto al suo posto, accettando ci che tutti avrebbero rifiutato: solo, in silenzio, ha tenuto il timone della barca che affondava.

Noi non lo avevamo dimenticato.

E avevamo salutato con gioia il suo ritorno alla guida della Primavera.

E' merito anche e soprattutto suo se lo Spirito del Grifone ha ripreso a vivere e pulsare anche nei ragazzi che ieri hanno conquistato l'insperata qualificazione ai quarti di finale del Torneo di Viareggio, battendo, in 10 contro 11 la favoritissima Atalanta.

Bentornato Vincenzo, il tempo galantuomo.