Caro Babbo Druido

  

Non sono stata molto buona, quest’anno..

 

Ho rifiutato un bello stadio nuovo in una ridente località  dell’entroterra.      

 

    Ho ferocemente deriso un uomo con evidenti problemi di sebo.

 

Ho messo alla berlina un serissimo venditore di cammelli.  

 

  Ho accusato di contar fanfaluche un vulcanico venditore di aria fritta

 

 

Ho gufato contro una squadra che appartiene alla mia stessa regione e gioca nel mio stesso campionato.

 

Ho osteggiato fermamente i tentativi di far nascere da un’orribile fusione un mostro calcistico.  

 

  Ho maledetto il destino per le prove continue a cui ci ha sottoposto.

 

Ho scritto tante cavolate perché mi illudo ancora che con delle pietroline si possa costruire una cattedrale.

 

Caro Babbo Druido,

 Visto il mio disdicevole comportamento, puoi portarmi tanto carbone?

Vi alimenterò il fuoco della mia speranza.

Vi brucerò le cattive intenzioni dei tanti avvoltoi che vorrebbero la fine della prima squadra di calcio italiana e dei valori del calcio di un tempo.

Vi arderà l’Araba Fenice e dalle sue ceneri risorgerà un Grifone più bello e più forte.

Buon Natale a te e a tutti gli amici dei Druidi

 

Aglaja